Sandali ballo neri con chiusura velcro per donna GrKFiK

SKU77420572
Sandali ballo neri con chiusura velcro per donna GrKFiK
Sandali ballo neri con chiusura velcro per donna
­
/ Sneakers casual grigie per bambini Tefamore XHiR2
/ FESTEGGIAMENTI IN ONORE DEL PATRONO SAN BARTOLOMEO APOSTOLO

contrada_slider (4)

Your text here.

Read More

Your text here.

Your text here.

Your text here.

FESTEGGIAMENTI IN ONORE DEL PATRONO SAN BARTOLOMEO APOSTOLO

GIOVEDI 24 AGOSTO 2017 Ore 20.30 Cena al Fortino delle Donne Senesi (le tessere saranno in vendita presso il Circolo “Il Leone” dal 18 al 22 Agosto dalle 17,00 alle 19,00 e dalle 21,00 alle 23,00)

VENERDI 25 AGOSTO 2017 Ore 16.00 Merenda dei Piccoli Istriciaioli presso il Monumento al Cavallo nei giardini della Lizza Ore 18.00 Cerimonia di consegna della Borsa di Studio “Guido Iappini” e del Premio di Studio “Fabio Sergardi” nei locali della Sede Storica della Contrada Ore 18.30 Cerimonia del Diciottesimo nei locali della Sede Storica della Contrada Ore 20.30 “Cena del Vicolo” (le tessere saranno in vendita presso il Circolo “Il Leone” dal 18 al 23 Agosto dalle 17,00 alle 19,00 e dalle 21,00 alle 23,00)

SABATO 26 AGOSTO 2017 Ore 9.30 Omaggio ai Contradaioli defunti nei cimiteri del Laterino e della Misericordia Ore 17.00 Omaggio alle Case di Riposo di Campansi e Villa Rubini Ore 17.30 Battesimo Contradaiolo nella Piazzetta della Magione (le iscrizioni saranno accolte dagli addetti al Protettorato, presso la Cancelleria, Via Camollia n.207/209-tel.0577 41546 , dal 9 al 20 Agosto, dalle 18,30 alle 20,00 o inviate all’indirizzo e-mail protettorato@istrice.org) Ore 18.30 Partenza della Comparsa per il giro di omaggio al territorio Ore 19.40 Partenza della Comparsa per il ricevimento della Signoria Ore 19.50 Ricevimento della Signoria al Cavallerizzo Ore 20.00 Solenne Mattutino nell’Oratorio della Contrada Ore 20.30 Gastronomia e giochi nel Rione

DOMENICA 27 AGOSTO 2017 Ore 8.30 Partenza della Comparsa per le onoranze alle Consorelle e Autorita’ Ore 11.30 Santa Messa nell’Oratorio della Contrada Ore 19.30 Rientro della Comparsa con partenza da Piazza del Duomo Ore 20.45 Cena della Comparsa nei giardini del Circolo “Il Leone” (le tessere saranno in vendita presso il Circolo “Il Leone” dal 18 al 25 Agosto dalle 17,00 alle 19,00 e dalle 21,00 alle 23,00)

MARTEDI 29 AGOSTO 2017 Ore 18.30 Apertura sede storico museale fino alle ore 20,00

MERCOLEDI 30 AGOSTO 2017 Ore 18.30 Apertura sede storico museale fino alle ore 20,00

GIOVEDI 31 AGOSTO 2017 Ore 18.30 Apertura sede storico museale fino alle ore 20,00

LA COMMISSIONE

TUTTI GLI ABITANTI DEL RIONE SONO INVITATI AD ADDOBBARE FINESTRE E BALCONI

Circolo "Il Leone" Contrada Gruppo Piccoli Magistrato delle Contrade Mutuo Soccorso

Magistrato delle Contrade
> Magazine > Le relazioni > Coccole e intimità: la ricetta da condividere con l'anima gemella
Consigliare

Le relazioni

Chi cerca il vero amore e punta ad una relazione duratura ha un alleato strategico: l'ossitocina. Consigli e indicazioni su come incrementare l'ormone dell'amore

Vuoi una storia d'amore che abbia tutte le carte in regola non solo per durare nel tempo ma anche felicemente? Allora, indubbiamente, l'affinità di D DOLITY Scarpe Scarpine Sportivo Sneakers per Bambino Prima Infanzia Stella nera 06 mesi qve79K
(su cui ad esempio si basa il Metodo Parship) è un elemento fondamentale di partenza. Senza una vera compatibilità , infatti, potrà esserci una fiamma ardente data dall'innamoramento ma non si potrà poi costruire nulla di duraturo, non sarà possibile trasformare la passione dirompente in un progetto di vita.

Una casa si deve costruire su un terreno adeguato. Ma naturalmente le buone fondamenta di una casa, per quanto indispensabili, non sono sufficienti a fare una buona casa. Perchè si possa costruire servono buoni materiali e poi buona manutenzione, una cura costante. Quello che vale per una casa, vale anche per una relazione. Se, su una felice base di affinità di coppia si accende la scintilla che fa battere il Sandali AZURE Datura 5E Vernis Noir 01 xJQBFWIx
e venire le farfalle allo stomaco, se entrambi si ha la volontà di far diventare questo qualcosa di più grande, un impegno e un progetto, la fiamma dispettosa e "focosa" dell'innamoramento piano piano si trasforma. E diventa amore .

"L'amore, però, nonostante l'affinità di coppia, da solo non basta. Va nutrito. E una relazione diventa duratura se ci sono comunicazione profonda e intimità. Ovvero se c'è un dialogo autentico, rispettoso. Se si sanno affrontare i problemi, fare qualche passo indietro singolarmente per far procedere in avanti la relazione. Se entrambi si guardano reciprocamente sempre con uno sguardo "carezzevole"": precisa Anna Maria Cebrelli, Love Coach di Parship.

Poi c'è l'intimità. Di studi che confermino che il sesso fa bene alla coppia ce ne sono a bizzeffe. Avere una regolare attività sessuale (sempre che non sia solo un'abitudine) rafforza la coppia, e una coppia più unita ha anche più piacere e desiderio di fare l'amore. Un circolo virtuoso insomma. "Il rapporto stimola la produzione di ossitocina, chiamato "ormone dell'amore": viene prodotto non solo durante l'orgasmo ma anche in generale durante tutte le manifestazioni di affetto e determina e facilita l'attaccamento, la vicinanza, il riconoscimento reciproco da un punto di vista affettivo", conferma Anna Maria Cebrelli: "ecco perchè se fare l'amore è importante, sono fondamentali - in una coppia - tutte le svariate forme che può prendere l'intimità: dalle coccole, alle carezze, alle piccole attenzioni tenere. Non è necessario diventare sdolcinati ma prendersi cura dell'altro, manifestare il proprio amore e attenzione".

Le coccole, le attenzioni, il contatto fisico caldo di un abbraccio, una carezza un bacio fanno sentire bene e aumentano il legame con la persona che le dà. Nello scambio che c'è nella coppia, quindi, rafforzano il legame e la relazione.

La quotidianità è un rischio? "In fondo l'amore arriva quando si sa passare dalla novità alla quotidianità. Ci si innamora dello sconosciuto, si ama il conosciuto. Il bello è che - precisa Anna Maria Cebrelli - il conosciuto può mantenere sempre una parte di "sconosciuto": succede quando si sa guardare l'altra persona senza darla mai per scontata. Così ci si può avvantaggiare non solo da un sentimento di amore che unisce ma riesce a permanere un alone di innamoramento". Certo, serve allenamento: per guardare le cose come i bambini, come i cuccioli. Con la sorpresa di uno sguardo che sa vedere e rimanere sorpreso. Non è semplice, ma si può fare.

Prova Parship gratis

Magazine: ultimi articoli pubblicati
Parole chiave

© 2018 Parship - Made with ❤

Per studiare la performance della correlazione tetracorica, ne avevo valutato il comportamento impostando uno studio di simulazione . Nelle simulazioni avevo considerato variabili con 500 osservazioni ciascuna: la funzione di R che avevo adottato per stimare coefficiente di correlazione tetracorica si avvale infatti del criterio della massima verosimiglianza, il quale necessita di dimensioni campionarie abbastanza elevate.

La numerosità campionaria utilizzata nella precedente simulazione appare però decisamente irrealistica in molti contesti di ricerca. Ho quindi ripetuto la stessa simulazione alterando la numerosità campionaria, che è stata ridotta a 50 unitagrave (il codice R utilizzato è riportato alla fine del post).

Fra i vari casi che avevo esaminato precedentemente, ora ne ho considerati solo due: un caso con item di uguale difficoltà, in cui la probabilità di successo è pari a P = 0.50 per entrambe le variabili, e un caso in cui i due item presentano difficoltà diverse, con una probabilità di successo pari a P = 0.75 per la prima e P = 0.25 per la seconda. I risultati sono riportati nella figura sottostante; per i dettagli su come leggere la figura si rimanda al post precedente .

Quando la probabilità di comparsa delle due modalità è omogenea fra le variabili (grafico di sinistra), i risultati sono analoghi alla simulazione descritta nel precedente articolo, in cui la numerosità campionaria era elevata.

Diversamente, quando le due variabili presentano “difficoltà” opposte (grafico di destra), anche la correlazione tetracorica inizia a evidenziare una tendenza a sottostimare le correlazioni più elevate. L’entità della sottostima non è grave come per l’indice di Pearson, ma comunque non è trascurabile. In alcuni casi, la correlazione tetracorica presenta una tendenza a stimare con valori negativi delle correlazioni che in realtà sono pressocchè nulle, e questi valori in alcuni casi si avvicinano anche a -0.5: si tratta di stime anomale la cui origine andrebbe approfondita.

Quindi, quando si lavora con numerosità campionarie contenute, anche con la correlazione tetracorica si può presentare un problema di sottostima dell’entità della relazione tra le variabili; tutto sommato, comunque, quest’indice sembra reggere meglio rispetto all’indice di Pearson.

library(psych) # Settings n <- 50 hitProb <- c(0.5,0.5) # c(0.75,0.25) iter <- 1000 # Simulation set.seed(27) z1 <- qnorm(1-hitProb[1]) z2 <- qnorm(1-hitProb[2]) index <- matrix(NA,nrow=iter,ncol=3) colnames(index) <- c("true","pearson","tetra") for(i in 1:iter) { s <- runif(1,0.5,4.5) x1 <- rnorm(n) x2 <- x1+rnorm(n,sd=s) x1z <- (x1-mean(x1))/sd(x1) x2z <- (x2-mean(x2))/sd(x2) x1d <- as.numeric(x1z > z1) x2d <- as.numeric(x2z > z2) index[i,1] <- cor(x1z,x2z) index[i,2] <- cor(x1d,x2d) index[i,3] <- tetrachoric(cbind(x1d,x2d))$rho[2,1] } # Graph lim <- c(-0.6,1) col <- c(pearson=”#af0000″,tetrac=”#0c5d87″) plot(index[,1],index[,2],xlim=lim,ylim=lim,col=col[1], xlab=”True correlation”,ylab=”Observed correlation”) points(index[,1],index[,3], col=col[2]) lines(lowess(index[,1],index[,2]),col=col[1],lwd=2) lines(lowess(index[,1],index[,3]),col=col[2],lwd=2) abline(0,1,lty=2) legend(“topleft”, c(“Pearson (0/1)”,”Tetrachoric”),col=col,lty=1,lwd=2,bty=”n”) [/code]

Homepage Fondazione Poliambulanza Riconoscimenti

Non è un campionato di calcio, ma è il riconoscimento ottenuto dai migliori ospedali in base a criteri oggettivi dalla JCI (Joint Commission International), agenzia indipendente americana che valuta e certifica oltre 10.000 strutture sanitarie in oltre 80 Paesi. Bene: su 650 ospedali italiani, solo 18 hanno ottenuto l’accreditamento di eccellenza. Poliambulanza è tra questi.

in Champions

Riconoscimenti

Accreditamento JCI. Eccellenza globale

Fondazione Poliambulanza ha ricevuto l’accreditamento internazionale “all’eccellenza” da parte di Joint Commission International (JCI), il più importante organismo indipendente riconosciuto nel mondo per la valutazione delle performance delle strutture sanitarie. In Italia sono attualmente 18 gli ospedali che hanno ottenuto l’accreditamento JCI (su un totale di circa 650). Si tratta senza dubbio di un risultato importante, un'ulteriore riconferma della qualità reale delle cure e dell’assistenza prestate dalla Fondazione. La certificazione “all'eccellenza” è un riconoscimento per certi versi atipico. Se infatti la maggior parte dei premi viene assegnata alle strutture ospedaliere solo dopo un esame dei protocolli adottati dall'amministrazione, la Joint Commission opera direttamente sul campo e i suoi collaboratori verificano di persona il livello di sicurezza, efficienza ed organizzazione di ogni ospedale che prendono in esame. In Poliambulanza la verifica da parte della commissione venuta appositamente dagli Stati Uniti, la cosiddetta “survey”, ha coinvolto tutti, dai reparti di degenza, ai servizi diagnostici e terapeutici fino agli ambienti tecnologici, alle strutture di sicurezza (antincendio ed altre) e agli uffici amministrativi, per valutare la rispondenza della struttura ad ognuno dei 323 standards di riferimento ed agli oltre 1000 elementi che hanno costituito la valutazione. La preparazione a questo esame è stata un'importantissima occasione di crescita per l'ospedale che ha potuto migliorarsi a livello clinico, amministrativo, tecnologico ed organizzativo. La prima certificazione è stata attribuita a Poliambulanza per il periodo 2013-2016. A seguito di una nuova e puntuale verifica sul campo, l’accreditamento all’eccellenza è stato riconfermato nel dicembre 2016, certificando così l'ospedale fino al 2019 compreso.

Per eventuali comunicazioni dirette alla Joint Commission www.jointcommissioninternational.org/contact-us/contact-jci/

Certificazione Top Employers. L'eccellenza organizzativa

Anche nel 2018, per il quinto anno consecutivo, Fondazione Poliambulanza ha ottenuto la certificazione Top Employers.

Il Top Employers Institute, che opera in oltre 100 paesi nel mondo, attribuisce questo riconoscimento al termine di un'approfondita survey condotta prendendo in esame tutte le aree di gestione delle risorse umane (politiche retributive, condizioni di lavoro, formazione, opportunità di carriera, performance management, cultura aziendale, ecc.) ed assegna la certificazione solo alle aziende che dimostrano di mettere in campo le migliori metodologie di gestione sia delle risorse umane che dell'ambiente di lavoro.

La certificazione Top Employers rappresenta il riconoscimento dell'attenzione posta da Fondazione Poliambulanza nei confronti dei collaboratori, trasmettendo loro i valori propri della struttura ospedaliera e della sua mission, mettendo a disposizione corsi di formazione permanente e opportunità di sviluppo professionale, ma anche garantendo politiche di “work life balance” e interventi mirati al benessere nei luoghi di lavoro.

Alla base di queste scelte figura la consapevolezza che la qualità delle cure è data da un connubio tra competenze professionali e caratteristiche umane degli operatori e che questi elementi possono meglio esplicarsi in contesti lavorativi stimolanti.

Certificazione ESMO. Oncologia a misura d'uomo e di donna

L’Unità Operativa di Oncologia di Fondazione Poliambulanza ha ottenuto, a partire dal 2012, il riconoscimento come “Centro di Eccellenza per il trattamento oncologico palliativo integrato” da parte dell’European Society for Medical Oncology (ESMO), la principale società di oncologia medica in Europa che da quarant’anni si impegna a far progredire la specialità di oncologia e la promozione di un approccio multidisciplinare per il trattamento e la cura del cancro.

Dopo un'attenta valutazione, l’ESMO rilascia questo riconoscimento ad alcuni selezionati centri europei che dimostrano una efficiente e costante integrazione tra i trattamenti specifici per il tumore (oncologia, radioterapia, medicina nucleare, chirurgia, ortopedia, neurochirurgia) e le terapie di supporto che garantiscono una gestione dei sintomi in toto e non solo “cure palliative” in senso stretto. L'obiettivo è assicurare al paziente un'assistenza completa che si realizza attraverso ciò che oggi viene definita come “continuità di cura”. Tutto questo si verifica sia all’interno di Poliambulanza che sul territorio tramite strutture che si occupano di assistenza domiciliare integrata (ADI) e di attività di ricovero in Hospice, come la Domus Salutis.

A garantire a Poliambulanza il riconoscimento ESMO ha contribuito anche il costante impegno di tutta l’equipe nell’ideare e mettere in atto nuovi progetti centrati sul paziente e sui suoi bisogni e nel pubblicare nuovi ed importanti lavori scientifici sugli aspetti riguardanti la continuità di cura.

Riconoscimento ABIO. Un ospedale a livello di bambino

Il riconoscimento “ospedale a livello di bambino” è un progetto rivolto a tutti gli ospedali che possiedono reparti pediatrici e si occupano quindi anche dei pazienti più piccoli. Per salvaguardare il più possibile il loro benessere e per ridurre al minimo il trauma del ricovero, la Fondazione ABIO Italia e la Società Italiana di Pediatria (SIP) hanno redatto nel 2008 la "Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti in ospedale" che racchiude in dieci punti tutto ciò che andrebbe garantito ai pazienti più giovani durante la degenza. In particolare questo documento sottolinea che approcciandosi a bambini e adolescenti è importante passare dalla logica del curare le malattie a quella molto più ampia del prendersi cura; non basta dunque garantire il miglior trattamento clinico possibile, ma è necessario anche assicurare ambienti adeguati, garantire ore di gioco e svago quotidiane e permettere ai genitori di stare accanto ai figli e sostenerli giorno e notte.

A partire dalla Carta dei diritti è stato stilato un manuale che consente di riconoscere se un ospedale sia “a misura di bambino” o meno. Sono state individuate quattro aree:

- accoglienza e supporto;

- diritti dei bambini, degli adolescenti, dei familiari e informazioni;

- continuità delle cure e integrazione;

- specificità delle cure.

Per ciascuna di queste aree esistono standard misurabili che ogni reparto di pediatria dovrebbe rispettare per tutelare i bambini e gli adolescenti che si trovano ad affrontare l'esperienza del ricovero ospedaliero.

L'Unità Operativa di pediatria della Fondazione Poliambulanza è stata definita “a misura di bambino” in quanto ha dimostrato di rispettare i principi ispiratori della Carta dei Dritti assicurando così ai giovani pazienti ambienti e cure adeguate alla loro età. La volontà di Poliambulanza è quella di proseguire con l'impegno profuso in questo reparto per far sì che il trauma dell'ospedalizzazione possa con il tempo essere ridotto il più possibile.

Premio Innovazione Digitale in Sanità. Poliambulanza smart

Per due anni consecutivi, nel 2014 e nel 2015, Poliambulanza ha ottenuto da parte dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano il “Premio Innovazione Digitale in Sanità”, un'iniziativa che ha come scopo la valorizzazione dell'innovazione nel mondo della Sanità italiana.

L'EFFICIENZA INTERNA

Nel 2014 ad essere premiato, a fronte di 50 candidature, è stato il progetto “Cartella Clinica Elettronica” che si inserisce in un più ampio impegno profuso dalla Fondazione nel campo delle “tecnologie mobile”. Il progetto è stato avviato nel 2013 con l'obiettivo di individuare le attività svolte dal personale medico, infermieristico e sanitario in generale a cui si è poi fornita una soluzione tecnologica standard e trasversale ad ogni unità operativa. Nel corso della valutazione sono stati individuati i dispositivi mobili più idonei allo svolgimento delle attività di medici ed infermieri che sono risultati essere pc portatili per i primi e tablet per i secondi. Questi dispositivi hanno consentito al personale sanitario di avere sempre informazioni in tempo reale diminuendo così il rischio clinico.

I SERVIZI EVOLUTI AL PAZIENTE

Nel 2015 a meritarsi il premio innovazione ICT in Sanità per la categoria “Gestione della relazione con il cittadino” sono state invece le applicazioni “Prenoting” e “Cresco con Poli”. “Prenoting” consente di prenotare visite ed esami medici dal proprio smartphone, tablet o computer, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, evitando code agli sportelli o lunghe attese telefoniche. In maniera rapida,autonoma e trasparente si ha accesso alle agende di Poliambulanza e si possono consultare in tempo reale le disponibilità giornaliere e gli orari delle prestazioni sanitarie sia del Servizio Sanitario Nazionale che del regime privato.

“Cresco con Poli” è invece un App pensata e realizzata per affiancare le neo-mamme nel periodo successivo al parto. Prendersi cura di un neonato non è sempre un compito facile e può suscitare dubbi e perplessità; attraverso questa applicazione è possibile avere accesso ad informazioni utili che permettono di affrontare temi di frequente interesse come la medicazione del moncone ombelicale, l'allattamento, lo svezzamento, il controllo progressivo della crescita, il programma di copertura vaccinale. Le neo-mamme, ma anche tutte le persone impegnate ad assistere la crescita di un bambino, potranno così utilizzare un nuovo veicolo di consultazione intuitivo, completo ed interattivo, in grado di sciogliere dubbi e offrire consigli pratici.

23.5 EU Sneakers Bimba Reebok Royal Prime Alt Sneakers Bimba Bianco White/Sky blu/Mint verde 235 EU Bianco (White/Sky blu/Mint verde) T6Cmg24G

Fondazione Poliambulanza ha ricevuto nel dicembre 2013 l’accreditamento internazionale “all’eccellenza” da parte di Joint Commission International (JCI), il più importante organismo indipendente riconosciuto nel mondo per la valutazione delle performance delle strutture sanitarie. In Italia sono attualmente 18 gli ospedali che hanno ottenuto l’accreditamento JCI (su un totale di circa 650). Si tratta senza dubbio di un risultato importante, un'ulteriore riconferma della qualità reale delle cure e dell’assistenza prestate dalla Fondazione.

Aver ottenuto questo riconoscimento ha consentito a Poliambulanza di entrare a far parte del “ Network italiano ” delle strutture accreditate JCI .

Il Network JCI opera da oltre cinque anni raccogliendo oggi circa 40 organizzazioni sanitarie italiane che hanno scelto la metodologia JCI per migliorare la qualità delle cure e la sicurezza del paziente, nella consapevolezza che un miglioramento sostanziale possa essere più efficacemente perseguito in una logica di rete. il Network JCI Italia organizza ogni anno il Premio Nazionale sulla Qualità e la Sicurezza del Paziente .

Il Premio Qualità costituisce per il Network uno strumento concreto per promuovere e diffondere nel contesto nazionale la cultura del miglioramento continuo , attraverso il confronto e la condivisione delle migliori esperienze. Si tratta di una iniziativa nazionale che è occasione per dare visibilità e riconoscimento ai migliori progetti implementati nell’ambito della qualità delle cure, valorizzando così i comportamenti virtuosi allo scopo di diffondere le best practice tra tutti gli attori del sistema sanitario italiano.

Fondazione Poliambulanza ha ricevuto, fra oltre 60 strutture ospedaliere candidate,il premio speciale “Sostenibilità economica” per un lavoro sulla valutazione dei rischi ed i costi delle infezioni ospedaliere. Si tratta di un’ulteriore conferma non solo della eccellenza del nostro ospedale, ma anche della continua ricerca che Poliambulanza svolge nel campo del miglioramento della sicurezza del paziente e della qualità delle cure.

Certificazione HIMSS Analytics. Per una struttura altamente informatizzata

Nel novembre 2016, Fondazione Poliambulanza ha ricevuto la prestigiosa certificazione EMRAM Stage 6 di HIMSS (Healthcare Information Management Systems Society), conferita unicamente agli istituti ospedalieri che implementano soluzioni informatiche di ultima generazione. HIMSS si occupadi identificare e supportare le organizzazioni che mirano a ottimizzare la gestione della Salute grazie all’uso di tecnologia. Ilnostro ospedale è infatti dotato di una avanzata informatizzazione dei processi di trattamento e cura dei pazienti, dalla gestione della documentazione, alla prescrizione e somministrazione di eventuali terapie, fino alla totale digitalizzazione dei percorsi diagnostici (comprese le più complesse immagini di radiologia e i referti medici). Fondazione Poliambulanza è inoltre dotata di sistemi di supporto alle scelte cliniche e di gestione della documentazione clinica medica e infermieristica totalmente paperless. HIMSS Analyticsha certificato Fondazione Poliambulanza con il livello 6 (il livello massimo che è possibile ottenere attraverso il primo accreditamento). La struttura si candida a ottenere il livello 7, il più elevato, nel prossimo futuro.

Kaizen Award Italia. Miglioramento continuo

Fondazione Poliambulanza è risultata prima classificata, per la categoria Sanità, al Kaizen Award Italia 2017 con il progetto sull’organizzazione del percorso chirurgico in ottica Lean Healthcare. Il Kaizen Institute, che opera da 13 anni in Italia e da 30 nel mondo, è presente in oltre 50 nazioni e nel nostro Paese collabora con numerose aziende. Il principio che guida questa istituzione è: . Seguendo queste logiche, Poliambulanza ha adottato un modello organizzativo snello che mira a semplificare i processi clinici e assistenziali. Per supportare la crescita dimensionale e perseguire il costante miglioramento della qualità delle cure, l’organizzazione si è evoluta ricercando le migliori sinergie fra le diverse professionalità, ottimizzando l’uso delle risorse nell’ottica di un approccio multidisciplinare alla gestione dei processi clinici ed assistenziali. Il progetto premiato è nato con la finalità di incrementare la produttività delle specialità chirurgiche ottimizzando l’allocazione delle principali risorse critiche - sale operatorie e posti letto - e di ottimizzare il percorso chirurgico del paziente dall’accettazione, all’ingresso in blocco operatorio, fino al rientro in reparto. La logistica dei materiali chirurgici è stata riorganizzata con l’adozione di sistemi di riordino con metodologia Pull e dei cartellini Kanban. Particolare attenzione è stata posta all’eliminazione degli sprechi con la finalità di migliorare gli standard assistenziali e di porre la più ampia attenzione alle esigenze dei pazienti.

Accreditamento SICOB Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche

Fondazione Poliambulanza ha ottenuto l’accreditamento della Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche (SICOB) per l’anno 2018. Il riconoscimento della SICOB viene conferito solo a centri che rispettano precisi criteri di selezione dei pazienti, dispongono di terapia intensiva e presidi specifici necessari (all’interno della struttura), vantano una casistica operatoria di oltre 50 procedure chirurgiche annue e una dimostrata esperienza nei casi più complessi di re-intervento.

Marchio "Energia A2A rinnovabile 100%". Per il rispetto dell'ambiente

Fondazione Poliambulanza, da sempre sensibile alle tematiche ambientali, ha ottenuto nel 2018 il Marchio “Energia A2A rinnovabile 100%” per aver richiesto contrattualmente che l’energia elettrica acquistata dalla rete, e non auto prodotta dal cogeneratore, provenga da fonti rinnovabili.

Il Marchio rilasciato da A2A energia, fornitore di Poliambulanza, ha lo scopo di:

L’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili rappresenta una scelta importante nell’ambito dello sviluppo sostenibile.

Accreditamento internazionale“all’eccellenza” da parte di Joint Commission International (JCI)

Come funziona

Materie

Acquista

CHI SIAMO

Legal

Social

Matematica - Redooc

Formule di Matematica

Monsters Before Xmas

© 2017 Tutti i diritti riservati - StarRock s.r.l. P. IVA e CF 08332560963